Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 1 - 10 gen 2018
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Marina Landolfi

Università ed Enti

Città a misura d'uomo

La sostenibilità ambientale è un importante elemento per le politiche di sviluppo delle città, terreno per sperimentare nuovi modelli di sviluppo sostenibili che garantiscano la qualità della vita dei cittadini. Lo scorso 14 dicembre a Roma, presso l'Auditorium del ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare (Mattm), è stato presentato il XIII rapporto 'Qualità dell'ambiente urbano', con l'obiettivo di 'leggere' in modo integrato i dati delle attività di monitoraggio delle città e soddisfare i bisogni conoscitivi e informativi degli esperti del settore e dei cittadini. Numerosi i temi analizzati nell'indagine compiuta dal Sistema nazionale per la protezione dell'ambiente: dall'inquinamento atmosferico a quello elettromagnetico, dalle attività industriali al consumo di suolo, dalla qualità delle acque ai trasporti e mobilità.

Lo studio raccoglie i dati di 116 città capoluoghi di provincia, oltre che di Cesena, Guidonia Montecelio (Roma) e Giugliano (Napoli), città con un elevato numero di abitanti per un totale di 18 milioni di persone (pari al 30% della popolazione su un 7% di superficie italiana). La valutazione della qualità ambientale è stata effettuata attraverso indicatori relativi a 10 aree: fattori sociali ed economici, suolo e territorio, infrastrutture verdi, acque, qualità dell'aria, rifiuti, attività industriali, trasporti e mobilità, esposizione all'inquinamento elettromagnetico e acustico, azioni e strumenti per la sostenibilità locale.

Il focus di approfondimento del Rapporto 2017 dal titolo 'Città a piedi' ha affrontato il tema della mobilità urbana sostenibile: è stata promossa la pratica del muoversi a piedi per migliorare la qualità della vita e costruire la città sostenibile, basata sul modello di alcune città europee e dotata di percorsi fruibili a piedi e a misura di bambini e anziani, per il benessere psico-fisico di tutti i cittadini. Hanno collaborato alla raccolta, elaborazione e analisi delle informazioni vari enti ed istituzioni, tra cui Mattm, Associazione nazionale comuni italiani, Istat, Arma dei carabinieri - Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare.