Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 8 - 26 ago 2015
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Cultura

Italia e Argentina unite nella scienza

La fila di bambini che aspettano di giocare con gli exhibit è forse l’immagine più significativa della cerimonia di inaugurazione del tour 2015 di 'Italia del futuro’, partito lo scorso 16 luglio da Buenos Aires. La mostra scientifica-interattiva coordinata dal Cnr, che dal 2013 porta in giro per il mondo le più importanti innovazioni scientifiche e tecnologiche di cui l'Italia è stata artefice a livello internazionale, approda in Argentina in occasione delle celebrazioni dell’Anno dell’Italia in America Latina, promosse dal ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale.

Prima tappa del tour argentino di 'Italia del Futuro’ è il parco scientifico Técnopolis della capitale; dove rappresenta l’unico evento straniero dell’edizione 2015 della 'megamostra' di scienza e tecnologia che ogni anno attrae centinaia di migliaia di visitatori da tutto il Paese. Ultimato nel 2010, Técnopolis è un progetto fortemente sostenuto dall’Ambasciata d'Italia in Argentina, dall'Istituto Italiano di Cultura e dalle altre istituzioni del nostro Paese, e costituisce un fiore all’occhiello della cooperazione scientifica e tecnologica tra i due paesi. 

All’inaugurazione di Buenos Aires erano presenti l'ambasciatrice d’Italia in Argentina Teresa Castaldo (nella foto in basso) con l’addetto scientifico José Kenny, la Consigliera del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di pari opportunità Giovanna Martelli e il Consigliere per gli affari europei Marco Piantini. L'apertura di Técnopolis, ha visto anche la presenza della presidente argentina Cristina Fernández de Kirchner.

Alla tappa di Buenos Aires, che rimarrà aperta al pubblico fino al 31 ottobre prossimo, seguiranno Cordoba (21 novembre–10 gennaio 2016) e Santiago del Estero (gennaio-febbraio 2016); 'moduli leggeri’ della mostra sono proposti in altre località sudamericane.

'Italia del futuro’ si compone di oltre 20 postazioni ed exhibit interattivi che illustrano il contributo della ricerca italiana nei campi della medicina, della robotica, della fisica delle particelle, dei trasporti, dell'archeologia e della conservazione dei beni culturali. La progettazione e il coordinamento sono del gruppo divulgazione dell’Ufficio comunicazione informazione e Urp del Cnr di Genova, il curatore scientifico è Filippo Sozzi. Oltre a numerose realtà dell'Ente, la mostra coinvolge l’Istituto italiano di tecnologia, l’Istituto nazionale di fisica nucleare e la Scuola superiore Sant'Anna di Pisa. 

Fonte: Francesca Messina , Ufficio Comunicazione e Urp del Cnr, tel. 010/6598745, email francesca.messina@cnr.it

Per saperne di più: - www.italiadelfuturo.cnr.it