Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 5 - 27 mag 2015
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Ambiente

Un portale dedicato a pesca e acquacoltura

L’European Seafood Expo recentemente concluso a Bruxelles – dal 1993 la più importante manifestazione mondiale del commercio dei prodotti ittici - ha rappresentato l’occasione per presentare un’anteprima di 'Mare’, il nuovo portale web europeo dedicato ai prodotti della pesca e acquacoltura commercializzati nell’Unione Europea.

Il progetto è stato avviato a fine 2014 con l’obiettivo di realizzare la prima 'vetrina’ europea sui prodotti ittici commercializzati negli stati membri. Promosso dalla Dg Mare, il servizio della Commissione responsabile dell’attuazione della politica comune della pesca e della politica marittima integrata, è sviluppato dal Laboratorio di tecnologie semantiche (STLab) dell’Istc-Cnr in collaborazione con il dipartimento di agricoltura, alimentazione e ambiente dell’Università di Catania e la società 'Research to Market Solution’  (R2M Solution).

“La piattaforma intende riunire e rendere disponibili, per la prima volta in un unico sistema multilingua, tutte le informazioni relative ai prodotti della pesca e dell’acquacultura europei come per esempio le denominazioni commerciali dei pesci, i nomi scientifici, i codici Fao, i regolamenti e le quote europee sul totale ammissibile di catture (Tac)”, spiega Aldo Gangemi, responsabile del STLab presso l’Istc-Cnr di Roma. “L’obiettivo è diventare un punto di riferimento per tutti gli stati membri dell’Unione Europea, dai semplici utenti consumatori mossi dall’esigenza di conoscere meglio il pesce che arriva sulle loro tavole ai venditori, alle istituzioni che operano nel settore. Non potrei essere più orgoglioso del nostro impegno: abbiamo agito come una software house flessibile e innovativa e il risultato è stato impressionante”.

Oltre a informazioni sulle specie ittiche, il sito permette di conoscere aspetti meno conosciuti del 'sistema pesca’, come la suddivisione delle aree di pesca di tutto il mondo, le attrezzature, i documenti e le novità che coinvolgono l’organismo europeo.

Disponibile per ora in versione beta all’indirizzo web http://mare.istc.cnr.it/site/index_it.htm, il sito ha riscosso un notevole successo: parole di apprezzamento sono state espresse anche da Lowri Evans, Direttore generale di Dg–Mare, nel corso dei vari momenti di presentazione curati dai progettisti Giorgia Lodi, Alessandro Russo e Diego Reforgiato Recupero dell’Istc-Cnr. “Il nostro augurio è che l’Ue valuti positivamente l’efficacia del progetto e decida di mantenerlo in forma permanente”, conclude Gangemi.

L’edizione 2015 di European Seafood Expo si è svolta dal 21 al 23 aprile presso il centro espositivo della capitale belga: oltre 25.000 i visitatori registrati, e migliaia gli espositori presenti da oltre 150 paesi di tutto il mondo.

Fonte: Martina Sangiovanni, Istituto di scienze e tecnologie della cognizione, Roma, tel. 06/44161536 , email valentina.presutti@istc.cnr.it -