Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 9 - 28 mag 2014
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Cultura

A lezione, davanti alla tv

Promosso dall’Università telematica internazionale Uninettuno e da Rai Senior, nell’ambito della Settimana delle scienze della comunicazione, il convegno 'La convenzione Rai 2016: un nuovo patto con gli italiani’ è stato l’occasione per fare il punto, dopo vent’anni, sulla convenzione con lo Stato per l’attività di servizio pubblico che scadrà tra due anni.

Dopo l’apertura del presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, e la relazione introduttiva del rettore dell’Uninettuno, Maria Amata Garito, esperti per gli aspetti giuridici, istituzionali e gestionali, coordinati dal sociologo della comunicazione Gianpiero Gamaleri, ex consigliere di amministrazione di Viale Mazzini e componente del Senato accademico di Uninettuno, hanno delineato il quadro di un futuro servizio pubblico radiotelevisivo e web aderente alle esigenze sociali, informative e di crescita culturale dei cittadini.

La convenzione del 15 marzo 1994, che fissa diritti, doveri e modalità di gestione, riguarda, tra l’altro, “l’esercizio del servizio a beneficio di tutti i cittadini, l’utilizzazione degli impianti, la pubblicità, la tutela dei minori, la ricerca e la sperimentazione, i messaggi di utilità sociale, l’equilibrio economico dell’impresa e altri aspetti di servizio universale che dovranno costituire la struttura di impianto dei palinsesti futuri”.

'Nettuno - Network telematico per l’università ovunque’ è il primo ateneo d'Europa che utilizza Internet e la rete televisiva satellitare Rai Nettuno Sat e Internet per la trasmissione dei corsi e per lo svolgimento di tutte le attività didattiche. Ne sono stati soci fondatori il Politecnico di Torino, il Politecnico di Milano, l'Università di Napoli 'Federico II', la Rai, la Confindustria, l’Iri e la Telecom (Sip),  e soci ordinari oltre 42 università italiane e internazionali.