Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 8 - 14 mag 2014
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Informatica

Un Ente per l'education

Cosa puô fare il mondo della ricerca per migliorare la qualità del sistema educativo? È possibile avviare un dialogo 'dal laboratorio all’aula’ che favorisca il trasferimento di conoscenze al mondo scolastico e contribuisca ad ampliare l’attuale offerta formativa in ambito tecnico scientifico? Questi gli interrogativi alla base dell’indagine 'La ricerca dialoga con la scuola: il Cnr per l’istruzione secondaria e post-secondaria’, realizzata dal gruppo di lavoro congiunto Cnr-Miur nell’ambito dell’accordo quadro volto a promuovere la cultura scientifica nel sistema scolastico nazionale.

Oltre 1.100 fra ricercatori, tecnologi e tecnici hanno aderito al questionario: di questi, più della metà ha dichiarato di avere già avuto esperienze di collaborazione formale e informale con le scuole - lezioni, seminari, laboratori didattici realizzati in prevalenza presso gli istituti superiori - mentre la quasi totalità (98,4%) ha espresso disponibilità e interesse a realizzare nuovi interventi e a condividere o sviluppare materiali educativi specifici. Il tutto nella varietà di argomenti e tematiche che caratterizza la ricerca dell’Ente: scienze naturali e matematiche, ingegneria e Ict, ma anche scienze agrarie, mediche, politico-sociali, filosofiche e psicologiche.

“L’analisi della distribuzione per area tematica e per zona geografica rivela un’ampia varietà di esperienze e competenze e soprattutto la grande ricchezza della possibile offerta dal Cnr sull’intero territorio nazionale, 'specchio’ della natura multidisciplinare dell’Ente”, spiega il direttore dell’Istituto per le tecnologie didattiche (Itd) del Cnr, Rosa Bottino. “Attività laboratoriali, corsi di aggiornamento, kit didattici, contenuti multimediali, set-up sperimentali e materiali di approfondimento per studenti sono solo alcuni degli strumenti che la rete dell’Ente potrebbe efficacemente mettere a disposizione del mondo scolastico”.  

L’iniziativa è in linea con i principi dell’open education recentemente ribaditi dalla Commissione europea, che vede nel ricorso alle risorse educative 'aperte’, pubbliche e accessibili a tutti un’ opportunità di innovazione per le organizzazioni educative, i docenti e gli studenti.

“I dati raccolti forniscono un quadro preliminare dell’interesse, da parte della rete Cnr, a interagire con il mondo della scuola, requisito essenziale per delineare una collaborazione sistemica”, conclude il direttore Itd-Cnr. “Collaborazione che potrà focalizzarsi su due elementi distinti e complementari: da un lato facilitare l’incontro tra la domanda espressa dalle scuole e la disponibilità di esperti Cnr; dall’altro la possibilità di offrire un supporto operativo-metodologico nella realizzazione di materiali e interventi didattici, integrando le conoscenze specialistiche dei ricercatori con quelle di didattica disciplinare dei docenti”. 

Fonte: Rosa Bottino, Istituto per le tecnologie didattiche, Genova, tel. 010/6475676 , email bottino@itd.cnr.it -

Per saperne di più: - goo.gl/OW72b9