Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 14 - 16 ott 2013
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Informatica

La tecnologia Cnr in aiuto di anziani e disabili

Il Laboratorio di ricerca reti wireless dell’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione 'A. Faedo’ (Isti) del Cnr di Pisa ha organizzato per il terzo anno consecutivo la competizione internazionale EvAAL (Evaluation of Ambient Assisted Living Systems), una sfida tra progetti che riguardano sistemi di assistenza automatica all'indipendenza domestica di persone non completamente autosufficienti. Una tematica che l'Unione Europea ritiene strategica per gli investimenti tecnologici nel breve e medio termine, anche in vista dell’invecchiamento crescente della popolazione.

Sede della competizione è stata quest’anno la Spagna. A Madrid si è svolta, presso i 'Living Lab’ dell’Universidad Politecnica (laboratori attrezzati che simulano un'intera piccola abitazione), la sessione dedicata ai sistemi di localizzazione delle persone (localization track). A Valencia, al Centro de Investigación Experimental en Aplicaciones y Servicios de Inteligencia Ambiental, dall’8 al 12 luglio è stata organizzata la sessione dedicata all’identificazione delle attività (activity recognition track) a cui hanno partecipato i ricercatori del Wireless Networks Lab dell’Isti-Cnr, Filippo Palumbo e Paolo Barsocchi, insieme con Stefano Chessa (Università di Pisa), ottenendo il secondo posto.

“Abbiamo presentato il sistema AReM (Activity Recognition Modelling), che si è dimostrato in grado di riconoscere sei differenti movimenti su un massimo previsto di sette, in tempi e situazioni diverse, semplicemente basandosi su sensori installati in oggetti di uso comune quali bracciali o orologi”, spiega Barsocchi, che è anche tra gli ideatori e organizzatori della competizione insieme con Francesco Furfari e Francesco Potortì del Wn Lab. “È un mezzo efficace e poco invasivo per capire, dal remoto, l’attività che una persona sta compiendo all’interno della sua abitazione, ed è di facile installazione in quanto non richiede nessun tipo di impianto”.

Lo scopo di EvAAL è definire metodi di valutazione onnicomprensivi per interi sistemi di 'Ambient Assisted Living. “È un obiettivo ambizioso a cui ci stiamo gradatamente avvicinando a partire dalle due precedenti edizioni, e che potrà essere raggiunto nei prossimi anni, grazie alla comunità internazionale che si va formando attorno alla competizione”, conclude il ricercatore dell’Isti-Cnr.

Quest’anno, il Living Lab della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa ha anche ospitato una sessione di 'EvAAL’ specificatamente dedicata ai robot da compagnia. I risultati della competizione, invece, sono stati presentati a Norrköping (Svezia), in occasione dell'AAL Forum 2013. EvAAL, nata nell’ambito del Progetto europeo UniversAAL, è un’attività che fa parte di Aaloa, associazione che ospita iniziative dedicate all’assistenza domestica automatizzata, in particolare legate a progetti software, di cui l'Isti-Cnr è uno dei principali promotori.

Fonte: Erina Ferro, Istituto di scienza e tecnologie dell'informazione "Alessandro Faedo", Pisa, tel. 050/3153070 , email Erina.Ferro@isti.cnr.it -

Per saperne di più: - http://evaal.aaloa.org