Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 13 - 2 ott 2013
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Informatica

Scuola, digitale assente

Computer, lavagne interattive multimediali, connessione internet, rete wi-fi sono ancora un sogno per la gran parte delle scuole italiane: solo un istituto su 10 ha la copertura wireless. Ma, a sorpresa, sono le scuole del Sud a disporre in maggior misura di queste tecnologie. Prima infatti, è la Puglia. Il dato emerge da un’indagine di Skuola.net, portale specializzato che ha analizzato il database aggiornato a ottobre 2012 messo a disposizione del ministero dell’Istruzione università e ricerca (Miur).

L'indagine ha riguardato un campione di circa 33.000 sedi scolastiche. Ogni scuola ha in media 27 pc e 1,34 lavagne interattive, con un divario che va dai 17,2 dell'Abruzzo (fanalino di coda) ai 39 della Puglia. Il 4,6% del totale delle scuole non ha neanche un pc. Il podio per l'arretratezza spetta al Molise, dove sono addirittura l'8,4%, seguito da Sicilia, Calabria, Abruzzo e Lazio. Ma anche dove le attrezzature ci sono, non sempre sono utilizzate, soprattutto nel caso dei computer: il 39% degli studenti intervistati da Skuola.net dichiara di non aver mai usato l'aula computer, nonostante la scuola ne fosse dotata. Va meglio per la lavagna multimediale, si cui si serve quotidianamente uno studente su cinque.

Per quanto riguarda il wi-fi, oltre alla Puglia sono Molise, Sicilia, Campania e Sardegna a occupare i primi cinque posti in classifica. Seguono Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Lazio con una media di una trentina di pc per scuola. Fanalini di coda sono invece Liguria, Piemonte e Toscana. “Tuttavia per garantire un pieno accesso alla rete non basta il wi-fi, serve anche una connessione internet a banda larga e in Italia su questo”, sottolinea Skuola.net, “siamo indietro, non solo per quanto riguarda le scuole”.