Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 8 - 15 mag 2013
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Tecnologia

A Tokyo, l'Italia che guarda al futuro

"Nell'attuale momento di complessità globale, è essenziale investire in settori immateriali e nell'alta formazione. Il ruolo del Cnr in questo contesto è quello di dare un contributo per la crescita del Paese, puntando a grandi alleanze e a una più stretta collaborazione con università, enti di ricerca e mondo dell'impresa". Con queste parole il presidente del Cnr Luigi Nicolais ha inaugurato lo scorso 16 aprile la mostra 'Italia del futuro', allestita fino al 17 maggio presso l'Istituto italiano di cultura di Tokyo.

La mostra, promossa dal ministero degli Affari esteri e realizzata dal Cnr in collaborazione con l'Istituto italiano di tecnologia (Iit), l'Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e l'Istituto di biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna, ha rappresentato l'occasione per riunire e mettere a confronto due comunità scientifiche distanti geograficamente ma vicine nella ricerca su temi di interesse comune. Come ricordato dall'ambasciatore italiano Domenico Giorgi, sono oltre 140 gli accordi di collaborazione attivi tra istituzioni italiane e nipponiche su argomenti che spaziano dalla robotica ai trasporti, dalla conservazione dei beni culturali alla medicina, dalla fisica nucleare alla ricerca spaziale, con una ricaduta di oltre 14.000 pubblicazioni e continui scambi di ricercatori.

All'opening erano presenti il presidente dell'Infn Fernando Ferroni, il direttore scientifico dell'Iit Roberto Cingolani, il direttore dell'Istituto di biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna Paolo Dario. Per il Giappone il presidente della Japan Society for the Promotion of Science (Jsps) Yuchiro Anzai e il premio Nobel per la chimica del 2001 Ryoji Noyori (Presidente del Riken), che ha evidenziato come oggi la ricerca sia chiamata a risolvere problemi da cui dipende il futuro dell'intera società quali l'accessibilità dell'acqua, i problemi energetici, la salute, la tutela dell'ambiente, che non possono prescindere da una cooperazione globale.

Al di là della parte espositiva, il confronto si è ulteriormente ampliato grazie al programma degli oltre quindici tra seminari ed eventi tematici organizzati per tutta la durata dell'iniziativa: i primi due, lo scorso 17 aprile, sono stati i workshop 'Technology for humans and humanoid robots' e 'Research cooperation for the sea of tomorrow'.

L'allestimento a Tokyo ha rappresentato la prima tappa di un tour internazionale della mostra 'Italia del futuro'. Sono in programma edizioni a San Francisco (12 luglio-23 agosto) e Los Angeles (13 settembre-10 ottobre), per le celebrazioni dell'Anno della cultura italiana in Usa; Budapest (26 novembre-18 dicembre), nell'ambito dell'Anno culturale italo-ungherese. Moduli ridotti, sono inoltre previsti a Sofia, Algeri, Tripoli, Toronto, Vancouver e Baghdad.

Fonte: Filippo Sozzi, Ufficio PSC - Promozione e Sviluppo di Collaborazioni (Genova), tel. 010/6598765 , email filippo.sozzi@cnr.it -

Per saperne di più: - www.italiadelfuturo.cnr.it