Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 18 - 21 nov 2012
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Agroalimentare

Insegnare agli studenti a stare a tavola

Ha preso il via e durerà fino al 26 novembre la V edizione di 'Apertamente', l'iniziativa di Federalimentare, dedicata quest'anno al tema 'Il gusto fa scuola'. Oltre 50 tra le più importanti aziende del comparto alimentare spalancano le porte dei loro stabilimenti a circa 10 mila studenti delle scuole italiane per promuovere corretti stili alimentari.

Il progetto, patrocinato dai ministeri dello Sviluppo economico e delle Politiche agricole, rientra fra le iniziative previste dall'accordo siglato, lo scorso luglio, fra Miur e Federalimentare. Insieme, dunque, industria alimentare e mondo della scuola si impegnano a rendere più consapevoli i giovani sull'importanza di prevenire sovrappeso e obesità, fenomeni sempre più diffusi anche in Italia.

Secondo quanto rivela uno studio Format research: circa un terzo delle aziende alimentari italiane (32%) è stato coinvolto in attività didattiche di educazione alimentare e quasi la metà di queste ha accolto studenti nelle proprie sedi a tale scopo. Nel 40% dei casi gli alunni coinvolti hanno un'età compresa fra gli 11 e i 13 anni, nel 44,3% tra i 14 e i 18, e, sebbene in percentuale minore, hanno partecipato anche bambini più piccoli, dai 6 ai 10 anni.

"Con Apertamente vogliamo far toccare con mano a bambini e ragazzi delle scuole italiane il nostro impegno per trovare una sintesi sempre più avanzata tra gusto, sicurezza e qualità nutrizionale", dichiara Filippo Ferrua Magliani, presidente di Federtalimentare. "Spiegare ai giovani come nasce il cibo che portiamo in tavola, le materie prime per confezionarlo e la lettura dell'etichettatura nutrizionale permette loro di compiere scelte consapevoli e salutari".

A.T.