Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 13 - 8 ago 2012
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Informatica

Innovazione per l'apprendimento

Si è svolto presso la sede centrale del Consiglio nazionale delle ricerche, a luglio, il convegno 'Icalt 2012', organizzato dalla scuola IaD e dal dipartimento di Scienze e tecnologie della formazione dell'Università di Roma Tor Vergata, con il concorso dell'Istituto per le tecnologie didattiche (Itd) del Cnr. Tre giorni per discutere delle più avanzate tecnologie per l'apprendimento ('advanced learning technologies'), mettendo a confronto ricercatori, formatori e policy makers, a partire dal tema 'riflettere sul presente per costruire insieme il futuro'.

"Stiamo assistendo a una fase più matura di approccio con la tecnologia, considerata fattore abilitante per l'inserimento nel mondo lavorativo dei più giovani, mantenere e aggiornare le competenze durante tutto l'arco della vita, favorire l'inclusione sociale e ottimizzare l'uso delle risorse a disposizione di territori e città sempre più 'smart'", ha commentato Carlo Giovannella di Tor Vergata.

180 i contributi selezionati, con relatori di oltre 50 paesi, tra i quali: Adrian Cheok, direttore del Mixed reality lab dell'Università di Singapore; Ton de Jong dell'Università di Twente; Harold Jarche dell'Internet Time Alliance e Liina Munari, della Comunità europea.

Particolarmente coinvolto in questo ambito di ricerca, l'Itd-Cnr ha contribuito alla realizzazione dell'evento dal punto di vista scientifico e organizzativo e ha presentato, in particolare, i propri progetti sui giochi digitali a supporto dell'apprendimento e dello sviluppo cognitivo dei più giovani, facendosi anche promotore di un workshop dedicato.

"La sfida è colmare il divario esistente tra la diffusione e l'uso quotidiano delle tecnologie e il loro utilizzo in ambito accademico e scolastico", ha spiegato Rosa Maria Bottino, direttore dell'Itd-Cnr. "Per questo abbiamo voluto portare la testimonianza di alcuni progetti di ricerca dell'Istituto finalizzati a esplorare le potenzialità dei giochi elettronici nel contesto educativo. Ad esempio, all'inizio del 2012 è partito il progetto europeo 'Making games in collaboration for learning ('Magical'), di cui l'Itd è coordinatore, che si prefigge di far realizzare giochi digitali direttamente agli studenti della scuola dell'obbligo attraverso un ambiente di sviluppo appositamente realizzato, in modo da promuovere, con un approccio basato sul 'learning by doing', abilità creative, di strategia e di ragionamento".

Fonte: Donatella Persico, Istituto per le tecnologie didattiche, Genova, tel. 010/6475313 , email persico@itd.cnr.it -