Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 2 - 1 feb 2012
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Salute

Comunicare in oncologia

Una valida informazione è la prima cura per i malati oncologici e per le loro famiglie. "Abbiamo visto come l'89% degli italiani chieda più notizie scientificamente corrette sui tumori", spiega Francesco De Lorenzo, presidente dell'Associazione italiana malati di cancro (Aimac) che, per rispondere a questa esigenza, ha realizzato il 'Manuale per la comunicazione in oncologia' insieme con Stefano Vella, dell'Istituto superiore di sanità (Iss).

''Il volume fa parte dei progetti di informazione promossi da Alleanza contro il cancro e contribuisce alla costruzione di una moderna cultura della medicina", spiega Enrico Garaci, presidente dell'Iss. "La comunicazione è essenziale, perché promuovere l'informazione del paziente e l'aumento del livello di consapevolezza di tutto il processo terapeutico significa promuovere una medicina che pensa il malato come una persona, ne fa un interlocutore attivo e ne considera i bisogni, non vedendolo semplicemente come un corpo a cui somministrare una terapia''.

Il manuale è il risultato di dieci anni di studi e indagini, sviluppati con il sostegno del ministero della Sanità, dell'Iss, dell'Aimac e dei maggiori Istituti di ricerca e cura a carattere scientifico in campo oncologico (Int di Milano e Cro di Aviano, Ire di Roma, Pascale di Napoli). È uno strumento che ''intende promuovere la conoscenza e i risultati raggiunti dal Servizio nazionale di accoglienza e informazione con la prospettiva di allargare e potenziare l'esistente al fine di rispondere in maniera sempre più adeguata e capillare alla realizzazione del piano di promozione per la comunicazione e informazione oncologica'' come si legge nella prefazione.

Il manuale è diviso in cinque capitoli più un'appendice. Dopo una descrizione dello scenario attuale delle normative vigenti, illustra gli strumenti di comunicazione in ambito oncologico, i bisogni dei pazienti e dei rapporti con i media.

Il Sion collega 35 punti di informazione e accoglienza. Un sistema multimediale assicura un'informazione personalizzata anche attraverso una helpline dedicata che risponde al numero verde 840-503579. Il manuale, stampato in 1.500 copie, sarà messo a disposizione gratuitamente.