Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 19 - 23 nov 2011
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Socio-economico

Uffici stampa di università e ricerca, quale futuro?

Giornalisti degli uffici stampa universitari e degli enti di ricerca insieme per parlare delle prospettive future della professione in occasione della  giornata di studio organizzata dall'Ordine dei giornalisti e dalla Federazione nazionale della stampa (Fnsi) a Roma. Al centro del dibattito, i temi che riguardano l'applicazione della legge 150/2000, le tutele sindacali, il trattamento previdenziale e l'inquadramento professionale dei giornalisti appartenenti alla pubblica amministrazione.

"Oggi la comunicazione e l'informazione pubblica", ha affermato Enrico Paissan, vicepresidente dell'Odg, "hanno un ruolo strategico, soprattutto in un momento in cui al nostro Paese è richiesto uno sforzo straordinario di cambiamento nella direzione dello sviluppo sociale, economico e culturale". "L'applicazione della legge 150/2000 sulla comunicazione della p.a.", ha aggiunto Giovanni Rossi, Segretario generale aggiunto della Fnsi, "si deve articolare in contesti differenti. Le singole amministrazioni, i sindacati confederali e l'Aran-Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni sono solo alcuni dei soggetti da coinvolgere e con cui confrontarsi per un pieno riconoscimento delle professionalità, degli obblighi, ma anche dei diritti dei giornalisti impegnati negli uffici stampa delle pubbliche amministrazioni".

L'incontro, che ha visto la presenza di referenti di circa 40 università ed enti di ricerca, si è concluso con la costituzione di un coordinamento nazionale 'Uffici stampa università-Enti di ricerca' che si è impegnato, in collaborazione con la Fnsi e l'Odg, ognuno per le proprie competenze, a programmare una serie di  iniziative utili alla promozione e alla valorizzazione dell'attività giornalistica degli operatori degli uffici stampa, a promuovere strumenti di analisi e di verifica dell'applicazione delle norme relative alla comunicazione pubblica e a rilanciare il riconoscimento contrattuale e le tutele sindacali dei giornalisti delle pubbliche amministrazioni. Presente all'incontro Gino Falleri, vicepresidente dell'Ordine dei giornalisti del Lazio, del Gruppo uffici stampa e della Commissione uffici stampa della Fnsi.

Silvia Mattoni