Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 16 - 12 ott 2011
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Rosanna Dassisti

Tecnologia

Dna: 100 miliardi (di basi) in otto giorni

Un nuovo sequenziatore di cui si è dotato il Centro di genomica funzionale del dipartimento di Biotecnologie dell'università di Verona, diretto da Massimo Delledonne, consente di decodificare con grande accuratezza oltre 100 miliardi di basi del Dna (il genoma di un essere umano è di circa 3 miliardi di basi) in circa 8 giorni, con una spesa di poco superiore ai 10.000 euro.

Questo strumento di ultima generazione - il cui costo di 630.000 euro è stato cofinanziato dalla Regione Veneto col Fondo europeo di sviluppo regionale, nell'ambito del progetto Sinergia (Sistema integrato efficace per rapporti da gestire fra imprese ed ateneo) - consente l'analisi in parallelo di un miliardo e mezzo di sequenze di Dna. Tali sequenze vengono poi analizzate grazie a una poderosa piattaforma computazionale, che identifica le variazioni genetiche responsabili delle caratteristiche fenotipiche dell'individuo sano o malato.

L'obiettivo per l'ateneo scaligero, al pari dei migliori centri di ricerca internazionali, è di arrivare nei prossimi tre anni a decodificare il genoma di ciascuno di noi a un costo inferiore a 1.000 euro.