Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 20 - 16 dic 2009
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Informatica

Quelle ricerche che piacciono online

La ricerca scientifica senza un'adeguata divulgazione non sarebbe in grado di suscitare l'interesse della società per la scienza, la tecnica e l'innovazione, chiavi di volta per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese. Ma 'quanto' e 'come' si scrive di scienza e tecnologia in Italia? 'Observa-Scienza e Società', ha realizzato uno studio, presentato al Festival della Scienza di Genova 2009 e ora in via di pubblicazione, dal quale emerge che più del 10% degli articoli apparsi sui principali quotidiani online trattano argomenti scientifici e che il Cnr è tra i centri di ricerca maggiormente citati.
"Abbiamo analizzato più di 5.000 articoli sulle edizioni online 2008 di Corriere della Sera, Repubblica, Sole 24 ore e Stampa e l'11% di tutti i servizi pubblicati da questi quotidiani aveva un elevato contenuto tecnico-scientifico", afferma Federico Neresini, dell'università di Padova e responsabile di Observa. "Gli enti di ricerca maggiormente nominati sono le università italiane (con 361 citazioni), seguono quelle straniere (322), il Cern, l'organizzazione europea per le ricerche nucleari (178 citazioni), il Cnr con 81 citazioni, il Mit (Massachusetts Institute of Technology) con 57 citazioni, il Fermilab, laboratorio americano dedicato allo studio della fisica delle particelle elementari (11 citazioni) e l'Enea (3 citazioni).
Ma di cosa parlano gli articoli analizzati? "Quelli a elevato contenuto tecnico-scientifico pubblicati dalle quattro testate dedicano il 26% dei loro testi alla medicina, il 18% alla fisica e all'astrofisica e il 14% alla genetica", sostiene Neresini. "I tag che si trovano maggiormente al loro interno: 'computer' e 'digitale', 'ricercatore' e 'ricercatrice', 'scienziati' ma anche termini relativi all'area biomedica, come 'cancro' e 'farmaco', o che si riferiscono all'ambiente, da 'effetto serra' a 'CO2'. Tra i nomi più ricorrenti, Gates, Darwin, Galileo ed Einstein".
Quali i temi più rilevanti sul totale dei pubblicati? "Per tutte e quattro le testate i picchi più alti si ritrovano nei mesi di settembre e ottobre del 2008", conclude Neresini, "In quel periodo era molto forte il dibattito sul caso Englaro e si discuteva molto anche sull'assegnazione dei Nobel, con la polemica per la mancata premiazione di Nicola Cabibbo, e sull'esperimento Lhc, il più grande acceleratore di particelle al mondo"

Fonte: Federico Neresini, Observa, tel. 0444/305454 - website: www.observa.it

Per saperne di più: Annuario Scienza e Societ 2010, il Mulino, Bologna, in vendita dal 24 febbraio, realizzato con il contributo della fondazione Compagnia di San Paolo -