Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 15 - 24 nov 2010
ISSN 2037-4801

Focus - Start Cup  

Informatica

Un motore di ricerca... troppo umano

Un motore di ricerca in grado non solo di trovare stringhe testuali ma di analizzare e gestire i documenti elettronici comprendendone il senso. Questo l'obiettivo di Altilia, una delle finaliste della start-cup Cnr-Sole24Ore, che realizza tecnologie semantiche innovative, in grado di riconoscere concetti complessi presenti in pagine web e documenti elettronici di vario formato (pdf, doc, ecc.).

L'unicità delle tecnologie risiede negli algoritmi che ne sono alla base, capaci di imitare il comportamento umano nell'atto di leggere e comprendere i contenuti dei file elettronici. Quando ci troviamo di fronte a un testo, noi ne comprendiamo il significato grazie alla sequenza delle parole e alla disposizione dei diversi elementi visualizzati (stringhe di testo, immagini, segni grafici, filmati, ecc.). Allo stesso modo, gli algoritmi che Altilia sta sviluppando, sfruttano tecniche per la comprensione delle parole e della struttura spaziale dei contenuti, nonché metodi di ragionamento automatico per riconoscere concetti complessi, metterli in relazione tra loro ed eventualmente estrarli dai documenti. Grazie a queste caratteristiche le tecnologie di Altilia rendono possibili nuove funzionalità. [immagine]

"Per esempio, un internauta che effettua una ricerca web del tipo 'Film dei fratelli Wachowski'", spiegano gli esperti, "potrà avere in risposta, al posto degli elenchi di documenti disponibili in rete, la lista dei film dei fratelli Wachowski e per ogni film una serie di informazioni aggiuntive: il cast con le home page e i profili Facebook e Twitter degli attori; i commenti sul film pubblicati dagli amici presenti sui social network a cui l'utente è iscritto; il cinema più vicino in cui viene proiettato".

Le tecnologie  di Altilia hanno applicazioni illimitate, sia per l'uso individuale nella vita quotidiana, sia da parte di aziende piccole e grandi di tutti i settori industriali. Esse infatti, sono orientate a rivoluzionare il modo in cui utenti individuali fruiscono dei contenuti del web e le modalità in cui i dati presenti in documenti 'human oriented' diventano conoscenza esplicita, capace di rendere più efficienti ed efficaci i processi di business.

Rita Lena

Fonte: Massimo Ruffolo , Istituto di calcolo e reti ad alte prestazioni, Rende, tel. 0984/33420, email ruffolo@icar.cnr.it