Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 11 - 29 set 2010
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Ambiente

Lo 'Sgarlata 2010' a una ricercatrice Iamc-Cnr

Giuseppa Buscaino svolge ricerche presso l'Istituto per l'ambiente marino costiero (Iamc) del Cnr sul ruolo dei segnali acustici in animali marini quali cetacei, crostacei e pesci, e sugli effetti che l'inquinamento acustico può provocare sull'ecosistema marino. Un lavoro concentrato verso la  realizzazione e l'avvio della sede di Capo Granitola dell'Iamc-Cnr, diventata oggi, grazie alla posizione centrale nel bacino mediterraneo e alla presenza di sofisticate tecnologie di ict, un punto di riferimento internazionale per l'osservazione a mesoscala dei fenomeni che caratterizzano il canale di Sicilia. e per lo sviluppo di una coesione euro-mediterranea fondata sulla sostenibilità dei processi e sull'economia della conoscenza.

A seguito del suo impegno profuso, la ricercatrice Iamc-Cnr ha ricevuto il Premio Sgarlata 2010 per la ricerca scientifica. Il riconoscimento è intitolato alla memoria dell'ex sindaco di Siracusa  scomparso nel 2004 e ispirato alla valorizzazione dei talenti giovanili nel campo delle scienze, della cultura, dell'economia, dell'impegno sociale, delle arti, dello spettacolo, dello sport.

Recita la motivazione del premio: "La ricercatrice ha partecipato con estremo impegno alla realizzazione della sede di Capo Granitola, maturando al contempo esperienze di grande valore e prestigio, riconosciute a livello internazionale. Opera all'interno di un gruppo che ha sempre voluto e saputo coniugare valori professionali d'avanguardia con valori umani, e in quest'ambito si è distinta per coraggio e determinazione: coraggio strettamente legato a lealtà, riconoscenza, umiltà, semplicità, una coesione che permette cose straordinarie al servizio della comunità, senza clamore, nel percorso che conduce ad 'essere' bravi, e non 'apparire' bravi".

Ospitata all'interno di una tonnara ristrutturata, sulla costa sud occidentale siciliana (Comune di Campobello di Mazara), la sede di Capo Granitola dell'Iamc-Cnr conduce progetti di ricerca nazionali e internazionali finalizzati allo studio del funzionamento degli ecosistemi marini, con particolare riferimento alle interazioni tra variabili ambientali e risorse rinnovabili del mare, per un loro sfruttamento razionale e sostenibile. Le attività di ricerca si integrano con una forte componente tecnologica sperimentale. A supporto di tale attività, è in corso di realizzazione un centro di testing di dispositivi per il monitoraggio delle risorse biologiche del mare, con creazione di laboratori di oceanografia, biogeochimica e acustica applicata.

Fonte: Giuseppa Buscaino, Istituto per l'ambiente marino costiero, Mazara del Vallo, tel. 0923/948966 , email giuseppa.buscaino@cnr.it -